I Protagonisti

Home   >   PNRR   >   I Protagonisti

I protagonisti

La realizzazione degli spazi si fonda sul principio della progettazione partecipativa, in base al quale i destinatari delle abitazioni non devono essere pensati esclusivamente come utenti finali, bensì come co-costruttori del percorso.

Le persone con disabilità devono avere il potere di diventare e gli anziani devono avere il potere di continuare ad essere protagonisti delle proprie scelte di vita, tra le quali rientra naturalmente e in modo preponderante la definizione di uno spazio abitativo: ciascuno dà il proprio contributo e partecipa alla personalizzazione degli spazi interni, scegliendo ad esempio la tonalità per le pareti e per il soffitto della propria stanza all’interno della palette colori messa a disposizione, o ancora selezionando il modello preferito di divano, letto, sedia, etc…  tra quelli visionati e provati personalmente nei negozi (“Ciascuno di noi ha detto le sue preferenze ma su alcune cose eravamo tutti d’accordo. Ad esempio sull’importanza di avere uno spazio privato da poter chiudere a chiave, oppure la possibilità di avere uno specchio grande per potersi specchiare”).

Ciò è stato il frutto di un lungo lavoro supportato dallo Studio dell’Arch. Lorenzo Noè che ha guidato il progetto verso la ricerca delle soluzioni di progettazione e arredamento il più possibile funzionali e accessibili, e da un team di educatori che ha fornito le competenze per guardare dentro di sé e “capire cosa voglio veramente”.

In questo processo, sono emersi sogni e desideri che prima le persone con disabilità non sapevano nemmeno di avere o non si sentivano comunque autorizzate ad esprimere (“Anch’io posso sognare una casa, anch’io posso osare a chiedere qualcosa che mi piace, nonostante la mia condizione di non privilegio”).

Le case vogliono essere anche e soprattutto belle, laddove “bello” assume un valore funzionale ed educativo, sostenendo le aspirazioni di ciascun individuo a scegliere per sé le migliori soluzioni possibili e rafforzando quindi autostima e fiducia in sé stessi.