Domea per tutti

Home   >   PNRR   >   Domea per tutti

CAPITOLO 1 – I DESTINATARI DELLE ABITAZIONI RACCONTANO LA COPROGETTAZIONE CON GLI ARCHITETTI

Abbiamo fatto tre incontri con gli architetti.

La prima volta Lorenzo 

ha fatto un incontro di formazione 

su come si costruiscono case accessibili

per tutti.

Lorenzo ha parlato di domotica,

cioè degli strumenti tecnologici

che possono rendere più accessibili gli spazi

come i comandi vocali

o l’utilizzo di telecomandi

o applicazioni sul telefono

che possono 

ad esempio

attivare la luce

o gli elettrodomestici.

 

 

Lorenzo ha parlato anche dei colori.

La seconda volta siamo andati all’Ikea. 

In questa uscita era presente Sara.

In questa occasione abbiamo valutato

alcuni arredi,

come le poltrone

i divani

i tavoli.

Dopo questa uscita

Sara ci ha mandato un questionario, 

noi abbiamo modificato il questionario

per renderlo accessibile.

Noi abbiamo risposto alle domande

del questionario

dicendo le nostre preferenze.

Con queste risposte

Lorenzo e Sara hanno preparato una presentazione.

Per il terzo incontro

Lorenzo e Sara

hanno portato una presentazione

che abbiamo guardato sulla Lim

per aiutarci a scegliere

gli arredi della casa.

In modo particolare

ci siamo occupati

dei colori delle pareti 

dei pavimenti

delle luci del soggiorno e della camera

e degli elementi di arredo

come le poltrone, 

i letti,

la libreria

e i comodini.

 

E’ stato interessante

essere protagonisti di queste scelte.

Ciascuno di noi ha detto le sue preferenze

ma su alcune cose eravamo tutti d’accordo.

Ad esempio

sull’importanza di avere uno spazio privato

da poter chiudere a chiave,

oppure la possibilità di avere uno specchio grande

per potersi specchiare.

Possiamo dire che Lorenzo e Sara

si rivolgono a noi in modo rispettoso 

e ascoltano le nostre opinioni con serietà. 

Sarebbe interessante per noi

visitare altri negozi simili all’Ikea

per avere nuove idee.

Potremmo dedicare una giornata

ad ogni ambiente della casa.